I FOLGORATI AMBIZIOSI

Scritto dail 19 Settembre 2019

I FOLGORATI AMBIZIOSI

“…e avvenne che, mentre era in viaggio e stava per avvicinarsi a Damasco, all’improvviso lo avvolse una luce dal cielo…”

A Bologna si è formata una nuova setta di tifosi, i “folgorati sulla via dello Sport”, che come Saulo che vide la luce sulla via di Damasco loro, la luce l’hanno vista alla fine
di Bologna – Frosinone in via dello Sport, quando Saputo incontra alcune centinaia di tifosi del Bologna i quali, molto educatamente e con toni pacati, gli dimostrano una certa insofferenza per la mancanza di risultati sportivi.

Bene, gli adepti di questa nuova setta di folgorati, molti di più di quelle centinaia di cui sopra che almeno ci mettono passione, cuore, trasferte e tanto altro, sono convinti che quello sia stato il crocevia della conversione di Saputo a cambiare strategia e investire sul mercato (anche perché sulle strutture e sui debiti da ripianare nel frattempo aveva già speso un bel po’ ), così che Saulo folgorato diventa San Paolo e Saputo altrettanto folgorato diventa San Saputo.

Convinti loro…

Voi vi mettereste mai a discutere con quei gentili signori, vestiti come dei manichini con borsello a tracolla e opuscoli in mano, che vengono a suonare ai vostri campanelli la domenica mattina per convincervi di non so ben cosa?

Uguale con gli adepti della nuova setta, i folgorati: provare a contraddirli è da pazzi, ci vuole un kamikaze!
Tentare di spiegare loro che comunque Saputo aveva annunciato appena conquistata la serie A che dopo un periodo di assestamento ci sarebbero stati nuovi investimenti, che poi fossero al terzo o al quarto anno cambia il giusto, è solo tempo perso perché i nuovi folgorati sono convinti che senza le loro CRITICHE COSTRUTTIVE ( 4 anni di insopportabili rotture di palle e supercazzole sintetizzabili nel “Saputo plumone” e “il centro tecnico non fa goal” ) Saputo non solo non avrebbe cambiato strategia, ma si sarebbe fatto ancora turlupinare dalla pericolosa triade: in poche parole saremmo di fronte ad un’imbelle!

Ma la vera assurdità è che adesso è tutto nuovo, è tutto meraviglioso, e chi si azzarda a ricordare che abbiamo fatto 7 punti con un calendario un filino morbido e che giocare 120 minuti su 270 in superiorità numerica un pochino conta, passa per colui che non gode e viene additato, con giri di parole fantasiosi, come uno che non sa godersi il momento, un maigoduto insomma.

I nuovi adepti sono poi quelli che in realtà questa estate hanno rotto il cazzo perché Skov Olsen ci ha lasciato una settimana in attesa, che non si doveva vendere Pulgar, che Dominguez doveva arrivare subito, che non si vede la mano di Sabatini, che manca la punta da 100 gol e altre fesserie del genere e se per caso Dessena non fa la puttanata di farsi espellere per simulazione, oggi sarebbero lì a schiumare bava di rabbia e bile contro tutto e tutti.

Mamma mia, 7 punti in 3 partite fanno veramente perdere il senso della misura.

Spero veramente che il Bologna continui a fare bene, non tanto per il sottoscritto, abituato come quelli della mia generazione a godere con poco, quanto per quei poveretti che adesso si sono scoperti ambiziosamante tifosi del Bologna, anzi ambiziosissimi – da quando c’è Saputo i tifosi del Bologna sono MOLTO ambiziosi – e sono in gran parte gli stessi che alla fine del primo tempo di Brescia avevano già infestato di post deliranti, tutto ciò che si poteva infestare.

D’altronde, le sette sono spesso figlie di deliri collettivi e adesso a noi, I NUOVI MAIGODUTI, ci tocca sopportare anche questi, I FOLGORATI AMBIZIOSI.

Tosco Madeinbo


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con*


Continua a leggere

Prossimo articolo

MAGLIETTA RADIO1909


Thumbnail
Articolo precedente

La coerenza.


Thumbnail

Radio1909 Live

Ostinati e Contrari

Current track
TITLE
ARTIST