D’aversa ci ha rubato l’idea.

Scritto dail 21 Dicembre 2018

D’aversa ci ha rubato l’idea.

Ricordate questa estate quando più o meno noi tutti immaginavamo il Bologna di Inzaghi come una squadra che si sarebbe difesa con una linea molto bassa pronta a ripartire in campo aperto, in modo da non consegnare il fianco agli avversari ma nel contempo essere sempre pericolosi?

Ecco, il Parma ci ha rubato l’idea!
Attenzione, gioca così anche in assenza di Gervinho – naturalmente con esiti più prevedibili- con Di Gaudio, Biabiani o Siligardi, con Inglese fulcro della manovra offensiva e gli esterni equilibratori di un assetto tanto semplice quanto funzionale: un 4 3 3 basico, pratico senza voler svilire, tutt’altro, il lavoro di D’aversa.

Il Parma è quanto di più vicino si può immaginare ad una squadra fatta con pochi denari ( per ora) ma tante idee, che in assenza dei primi sono fondamentali ed anzi, probabilmente, ti obbligano a lavorare in modo più ingegnoso.

Il calcio del Parma è basico dicevamo, ma bisogna poi saperlo fare ed ecco che troviamo i gialloblu ultimi per possesso palla, ultimi per altezza del recupero palla, ultimi come altezza del baricentro.
Quindi bassi, molto bassi, i più bassi del campionato, ma agili e veloci nel ripartire.
Nel loro caso si può ancora parlare di contropiede piuttosto che di ripartenza, perché il più delle volte è tale la forza di Gervinho in campo aperto da vederlo affrontare da solo, tutta la linea difensiva avversaria.
La squadra di D’aversa è poi brava, nel salire a rimorchio accompagnando questi strappi e, paradossalmente, il collettivo spesso cresce alla distanza, avendo lavorato ai fianchi ( nel caso specifico sulle catene esterne) l’avversario di turno, obbligato a continue rincorse a ritroso per recuperare il possesso palla.

La fase difensiva si concentra principalmente nel controllo feroce degli ultimi 16 metri, con interventi a volte anche spicci e la bravura dei centrocampisti emiliani sta più nel dover “ripulire” palloni sporchi provenienti dai compagni difensori, che non nel dover svolgere lavoro di contenimento, quello lo fanno di reparto e tutto sommato bene.

L’ex regista di Inzaghi Stulac, dopo un buon inizio adesso ha un concorrente all’altezza come Scozzarella, mentre l’infortunio di Grassi ha aperto qualche falla nel ruolo di mezzala destra, per ora occupata dell’esperto Rigoni.
Sul centro sinistra si è riciclato in una seconda parte di carriera l’ormai dimenticato Barillà che, per uno strano destino del calcio, era finito al Trapani retrocedendo addirittura in Lega Pro, dopo le esperienze complicate con la Reggina.

Il calcio è fantastico se ci pensate: una squadra formata da calciatori non più giovani scartati da squadre tra l’altro non di prima fascia (Siligardi, Scozzarella, Iacoponi, Ceravolo, Biabiany), altri riciclati ormai a fine carriera (Gobbi, Alves, Rigoni, Gazzola) qualche giovane o meno in prestito secco ( Inglese,Di Marco, Bastoni, Grassi, Sepe) la scommesse Gervinho per ora vinta ( l’ivoriano si fa speeso male e il contratto è di quelli importanti) e il mix è fatto.
21 punti, tutti conquistati con tanto sudore e umiltà, sempre al di fuori della zona retrocessione, e con la gestione anche di qualche infortunio di giocatori importanti assorbito con grande oculatezza.

Dire che il Parma è la vera sorpresa di questa prima parte di stagione è il minimo.
Tutti si aspettano un loro crollo e, anche loro sono consapevoli che così non potrà durare ma, forse, questo aspetto è la loro forza, il loro talismano.
Quando poi ci credi, non molli mica tanto volentieri.

Come imposterà Inzaghi la partita?
Non lo so, ultimamente fatico a comprendere le idee del nostro mister (la tal cosa non vuole dire che io non riponga più fiducia in Pippo, tutt’altro).
Speriamo non lo sappia nemmeno D’aversa così da sorprenderlo almeno nelle intenzioni, visto che l’idea iniziale gliel’ha già rubata!

Tosco Madeinbo Radio 1909

Tagged as

Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con*


Radio1909 Live

Ostinati e Contrari

Current track
TITLE
ARTIST