Le statistiche ad redazionem.

Scritto dail 6 Novembre 2018

Le statistiche ad redazionem.

Facciamo un po’ di chiarezza sulle statistiche visto che ultimamente se ne sentono e se ne leggono di tutti i colori, compreso oggi sullo Stadio a firma Matteo Fogacci e sinceramente sono un po’ seccato, ritenendo il signor Fogacci in assoluta buona fede, anche se poi si inerpica in considerazioni diciamo così un po’ tendenziose (è allineato alla linea editoriale del suo giornale, vogliamo fargliene una colpa?).

Prendendo quelle ufficiali della serie A e non quelle di siti un po’ naif, l’ultima partita giocata contro l’Atalanta vede il possesso palla 42% contro 58%, baricentro medio 46 metri contro 54 metri, tiri 9 contro 12, cross 11 contro 14, occasioni gol 6 contro 7, solo per fare un esempio rispetto a quello che si è letto o sentito nell’immediato dopo partita.

Numeri buttati lì così,ad personam, per far risaltare quello che più interessa loro e cioè evidenziare che qua fa tutto schifo direi che mi secca un po’.
Possesso palla 33 contro 67 e addirittura 23 tiri in porta dei bergamaschi, come riporta oggi appunto Stadio -Corriere dello sport, non so da dove sbuchino fuori.
Evidentemente nella redazione di quel giornale giocano un po’ a fare i direttori sportivi dettando la linea del Bologna Calcio, i procuratori di calciatori in cerca di squadre (Cassano prima, Gabbiadini ora) e adesso anche dispensatori di statistiche, loro però, fatte in casa (non sempre le cose fatte in casa sono le migliori, dipende chi le fa), come un minestrone dove in mezzo ci può andare di tutto.

Le statistiche sono un po’ come gli esami del sangue, un dato preso a se stante può non dire niente, mentre se valutato attentamente insieme ad altri possono dare un quadro più veritiero della partita.

Il Bologna ha prodotto tanto se relazionato al tempo effettivo in cui ha tenuto palla e naturalmente ha concesso molto ad una squadra che ha sicuramente avuto un evidente predominio territoriale, ma far sembrare che gli avversari ci hanno triturato ne passa….

Traspare invece in maniera evidente, come la squadra di Inzaghi ha trovato una certa logica nello sviluppo offensivo in fatto di tiri e cross, produce tanto in relazione al possesso palla che è certamente deficitario, ma che non altera il numero di occasioni gol prodotte.

Per fare un esempio con la partita dell’anno scorso, naturalmente persa, il possesso palla fu 37 a 63, baricentro medio 47 metri contro 53 metri, tiri 5 a 19 (DICIANNOVE), i cross 10 a 18, occasioni gol 3 contro 12 (DODICI).

Vedete delle differenze?
Poche, e comunque meglio quelle di quest’anno: più possesso, più tiri fatti e meno tiri concessi, più cross fatti e meno concessi, maggior numero di occasioni gol create e minor numero di occasioni gol concesse, baricentro simile.

L’anno scorso ricordo di non aver udito così tante critiche.
Forse Inzaghi gli alibi se li sta cercando (nelle dichiarazioni post partita), a Donadoni invece venivano concessi e in quel Bologna c’erano Verdi e Di Francesco….

Capire chi vuol capire, gli altri facciano quello che vogliono, compreso continuare a flagellarci i coglioni con del disfattismo inutile proprio come le statistiche ad redazionem.

Tosco Madeinbo Radio1909


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con*


Continua a leggere

Radio1909 Live

Ostinati e Contrari

Current track
TITLE
ARTIST