IL CALCIOMERCATO

Scritto dail 13 giugno 2018

Il calciomercato.

Il calciomercato, quello vero, non il Fantacalcio, è fatto di cose concrete, le chiacchiere stanno a zero.
O meglio le chiacchiere servono per far parlare migliaia di pseudo addetti ai lavori di niente, fino a quando, spesso, si concretizza l’opposto di quanto detto dagli stessi.

Il teatrino è ripartito come tutti gli anni e si sentono cose che non stanno da nessuna parte, ma che spostano umori e speranze di tutta quella gente che vive il calciomercato come una riscossa o come una eterna delusione del vorrei ma non posso.

Siamo solo all’inizio di una estate che si preannuncia di una tristezza epocale, non per un mercato del Bologna forse non scoppiettante, ma per il cervello al risparmio di tanta gente che non ha ancora capito che si fa quel che si può, e “noi può” fortunatamente e non è sempre così scontato.

Andrebbe ricordato che non si spostano figurine ma uomini, con le loro ambizioni, spesso con le loro famiglie, dentro ad un contesto di squadra, ricercando equilibri non solo tecnico-tattici ma anche caratteriali e di prospettiva.

Il “io prenderei questi e darei via tutti gli altri” tipico ragionamento da bar sport, non dovrebbe coinvolgere gli pseudo commentatori addetti ai lavori che invece, non perdono occasione per riempirsi di ridicolo nei salotti televisivi, chi ha visto il pallone nel 7 di ieri sera ne ha avuto un bello spaccato.

Una miseria non solo professionale ma umana, parole vuote, concetti di una banalità disarmante, facce paonazze evidentemente non solo per il caldo in studio ma perché alla fine emerge, incontrollabile, l’imbarazzo per ciò che si dice, sapendo di stare su posizioni ridicole di chi ormai si è costruito il personaggio del ” il calcio si fa così”, esticazzi!

Capire che i limiti di una squadra sono delimitati dal fatturato e da un budget a disposizione non è da tifoso commercialista, non è cosa voluta, è purtroppo subita, ma se oggi si vuol seguire il calcio la strada è questa.

Chi straparla di un Balotelli a caso lo fa per dare aria alla bocca, forse anche per provocare una parte della piazza che non ragiona o che lo fa “col culo degli altri”.

Tosco Madeinbo Radio1909


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con*


Continua a leggere

Prossimo articolo

La svolta.


Thumbnail

Radio1909 Live

Ostinati e Contrari

Current track
TITLE
ARTIST