LEZIONI SALUTARI

Scritto dail 5 aprile 2018

Lezioni salutari.

La nazionale fuori dai mondiali.
Napoli fuori ai gironi.
Juve e Roma brutalizzate ai quarti e noi, a Bologna, stiamo a guardare ai punti, al decimo posto?

Se non si riparte dal gioco non si va da nessuna parte.

È dalla base che si rifonda, magari le squadre meno ricche potrebbero dare quella svolta nella mentalità per far reagire le big e la nazionale.

Sacchi si fece notare nel Parma, da lì nacque tutto ciò che poi Sacchi ha rappresentato per il mondo calcistico.

Il calcio di Gasperini e quello di Sarri, potrebbero essere il nuovo modello da seguire: una sintesi della tradizione calcistica italiana delle marcature a tutto campo, unita ad una occupazione preventiva degli spazi anche in fase di possesso palla, aggiungendo poi quell’atletismo che invece non è proprio della nostra cultura, ma che ormai è indispensabile per competere ad alti livelli.

La costruzione della mentalità passa da concetti chiari e condivisi.

Noi invece stiamo ancora a guardare al punto in più o al decimo posto.
Ma per piacere.

Il calcio va in fretta e noi non riusciamo ad adeguarci.
Magari Bologna poteva proprio essere quel laboratorio di idee per un tentativo di rilancio del calcio italiano.

Ma Saputo, purtroppo, non sembra essere quel proprietario visionario, tutt’altro. La dimostrazione sta proprio nella scelta dei collaboratori in questi anni di presidenza.
Ha scelto professionisti già affermati, figli di una certa cultura, piuttosto di forze fresche che potessero darci almeno novità concettuali e pratiche.
Corvino, Fenucci, Bigon, Donadoni tutte figure di un calcio del secolo scorso che, risultati alla mano, stanno scontando una certa incapacità di adeguamento al nuovo che avanza.

Pazienza, non si può pretendere da chi ha già fatto tanto, ma un po’ di rammarico rimane.

Tosco
Madeinbo
Radio 1909

Tagged as

Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con*


Continua a leggere

Radio1909 Live

Ostinati e Contrari

Current track
TITLE
ARTIST